Max Biaggi con l’incidente ho rischiato la vita

Max BiaggiMax Biaggi è uscito dall’Ospedale di Roma dove era ricoverato dal 9 giugno per la brutta caduta in Supermoto sulla pista Sagittario di Latina, e ora sembra voler mettere la parola fine al suo impegno a livello agonistico. «La passione è intoccabile ma darò spazio ai giovani promettenti. Voglio insegnare a loro che ormai il solo talento non basta più in questo lavoro, ma servono altre cose che io posso trasmettere. Per fare questo lavoro ho sempre fatto tanti sacrifici: ora posso dire che la mia vita è bella» ha detto nell’intervista trasmessa da «Premium Sport». Super Max ha tenuto a ringraziare tutti quelli che gli sono stati vicini in questi giorni difficili: «La prima cosa che voglio dire è grazie. Ringrazio tutti i fan e le persone che umanamente mi sono stati vicini. Grazie al chirurgo Giuseppe Cardillo che mi ha operato due volte, a tutti gli infermieri della terapia intensiva e al dottore Claudio Ajmone-Cat che è un grande esempio di chi fa questo lavoro con il cuore» sottolinea Biaggi. «In questi 19 giorni ho rischiato di non esserci più e ho capito che la vita è un dono prezioso e non va sprecata. Ho ripercorso il film della vita e ho capito che ora non devo dimostrare più niente a nessuno. Il mio obiettivo adesso è quello di riprendermi, è quello di dare amore e felicità a mio figlio e alle persone che mi amano e che amo. Ho pensato molto alle persone che conoscevo bene, come Schumacher e Hayden e ho capito che a volte basta davvero un battito di ciglio per perdere tutto».

Max Biaggi con l’incidente ho rischiato la vitaultima modifica: 2017-06-28T16:21:09+00:00da pallonate