Serena Rutelli a Vieni da me racconta la sua difficile infanzia

serena rutelliCaterina Balivo ha avuto come ospite Serena Rutelli che con il suo racconto e ha commosso sia la presentatrice che il pubblico con la storia della sua infanzia. Serena Rutelli durante l’intervista ha raccontato: «Sono nata a Roma, ho una sorella naturale, Monica. Vivevamo in una casa semplice. Abitavamo io, lei, e i miei genitori biologici. Mio padre lavorava come meccanico mentre non so che lavoro facesse mia madre che, a casa, era poco presente. La vedevo ogni tanto e poi scompariva per giorni. Mio padre faceva tutto e si occupava di noi. Mio padre aveva un bel caratterino. Era violento e pesante come persona. Tornava nervoso oppure se aveva una giornata storta se la prendeva con me anche perché mia sorella Monica era più piccola e io cercavo anche di proteggerla. Lui scaricava tutta la sua rabbia su di me. La vicina di casa lanciò l’allarme e mio padre ci portò in una casa famiglia. Dopo un po’ di tempo minacciò le suore dicendo ‘torno e vi ammazzato tutte’». Poi Serena Rutelli ha parlato del rapporto con i genitori adottivi, Francesco Rutelli e Barbara Palombelli: «Quando hanno preso me e mia sorella ci hanno detto ‘vi portiamo al parco giochi’. Con loro sono stata la prima volta al parco giochi, al mare, ad una festa. Quando ho ricevuto il primo abbraccio ho sentito l’amore di una madre. A mia madre Barbara voglio un bene dell’anima, ma con mio padre Francesco ho un rapporto speciale. A lui racconto tutto».

Serena Rutelli a Vieni da me racconta la sua difficile infanziaultima modifica: 2020-02-27T17:29:00+01:00da pallonate