Simone Barbato nel mio libro racconto i retroscena dell’isola

simoneL’ex mimo e naufrago Simone Barbato ha scritto un libro “Canto d’Honduras” e svela alcuni retroscena piccanti del programma, ha scritto una sorta di diario da naufrago e nel frattempo sfidato Stefano Bettarini. «Bettarini, l’anno scorso, mi ha criticato, dicendo che cantavo, recitavo poesie ed ero pesante. Lui ha giudicato la mia vita, io ho studiato una vita per fare quello che faccio, ho sudato anni e anni per diplomarmi al Conservatorio, per imparare a scrivere e recitare… Mi sono sentito offeso. Se mi avesse criticato nel calcio, sarei stato zitto ma questo è un campo che non gli compete e non accetto queste parole da uno come lui che non ha certo i mezzi intellettuali per poter giudicare una cosa del genere. E, quindi, mi piacerebbe sfidarlo nel suo campo, con il pallone, sulla sabbia dell’Honduras, in un testa a testa, magari con delle porte fatte con delle foglie di palma», spiega in un’intervista a “Gossipblog”. «Ho scritto questo libro che è il diario che scrivevo all’Isola. Prima di partire, mia madre mi ha messo questo diario nella valigia, sapendo che io scrivo e l’ho portato come oggetto personale. Ogni giorno, scrivevo, su questo diario di bordo, dettagliatamente tutto quello che succedeva durante le giornate. Ho aggiunto le mie gioie e i miei sentimenti e ci sono anche un mare di poesie che accompagnano l’intero libro». «In questo libro, c’è la vera Isola. Io racconto tutto quello che succedeva davanti ma anche quello che succedeva dietro le telecamere, quello che la gente da casa non ha potuto vedere. Sempre secondo il mio punto di vista. Tentativi di scorrettezza molto ma molto bassi che la gente non si immaginerebbe mai da alcuni personaggi… In questo libro, li descrivo con carattere critico. Io ho cercato di vivere quest’avventura con la massima correttezza. Poi, ci sono anche altri episodi come il massaggio alla Marini che per me è stata una cosa epica! Come se fosse stato un episodio dell’Odissea!» Infine, i retroscena: «Un episodio grave che mi ha toccato, in verità, non è successo a me. Un personaggio voleva indurre una ragazza dell’Isola a fare dire che uno dei personaggi era l’amante di un impresario di spettacolo, per infangare la sua immagine e far sì che venisse eliminato. Una cosa che mi ha disorientato. E poi in questo libro, svelo la verginità di uno dei naufraghi! Non sto parlando di me, ma di uno dei naufraghi, non faccio nomi!»

Simone Barbato nel mio libro racconto i retroscena dell’isolaultima modifica: 2019-02-23T16:58:30+01:00da pallonate